FAQ

CAMINETTO A BIOETANOLO: DOMANDE PIÙ FREQUENTI / FAQ

Hai dubbi sulla capacità di scaldare del caminetto a bioetanolo Fuecopared? Non sei sicuro riguardo i suoi consumi e la sua indipendenza energetica?

In questa pagina trovi le risposte alle domande più frequenti (FAQ) sul Biocaminetto Fuecopared.

1) IL CAMINETTO A BIOETANOLO RISCALDA DAVVERO?

Come tutte le fiamme libere i bruciatori per biocaminetti emanano calore vero!

Normalmente 1 litro di bioetanolo sviluppa circa 3,5 Kw/h dal momento della sua combustione e nei bruciatori dei Biocaminetti Fuecopared dura circa 3 ore.

Il caminetto a bioetanolo ha un rendimento del 100% perché NON c’è dispersione di calore attraverso la canna fumaria e tutto il calore prodotto rimane nella stanza.

NON deve essere concepito come forma di riscaldamento principale, ma contribuisce ad aumentare di qualche grado la temperatura dell’ambiente.

Il caminetto a bioetanolo Fuecopared, in particolare, grazie alla terracotta, ottimizza le proprie performance termiche in quanto la fiamma lambisce lo schienale in argilla che, caricandosi termicamente, restituisce maggiormente il calore prodotto nell’ambiente ove è collocato.

Di conseguenza, il Biocaminetto Fuecopared è l’unico nel suo genere che … SCALDA DAVVERO !!!

2) QUANTA SUPERFICIE RISCALDA IL CAMINETTO A BIOETANOLO?

Un caminetto a bioetanolo in media può espandere calore fino a un’area di circa 25-30 mq, a seconda della capacità del bruciatore e dell’intensità della fiamma.

Va comunque tenuto presente che i caminetti a bioetanolo non vanno concepiti come unica fonte di riscaldamento all’interno di un alloggio: sono prima di tutto un complemento d’arredo che, emanando fuoco vivo, riscaldano anche l’ambiente, oltre a creare una piacevole atmosfera.

3) QUANTO CONSUMA UN BIOCAMINETTO?

I consumi dei biocaminetti sono indicativi, poiché dipende dai vari modelli, dalla capienza del bruciatore e dalla potenza della fiamma (nei modelli Fuecopared è regolabile).

4) È NECESSARIA UN’AUTORIZZAZIONE PER L’UTILIZZO DEL BIOCAMINETTO?

No.

Questa tipologia di prodotto NON è soggetta ad alcuna legislazione, né necessita di permessi speciali; occorre invece, che nel locale dove è in funzione un biocaminetto, ci sia un minimo ricambio d’aria ottenuto con prese d’aria a parete, a vetro o altro sistema con un minimo di 200 mmq.

5) SERVE LA CANNA FUMARIA PER IL CAMINETTO A BIOETANOLO?

Il caminetto a bioetanolo NON necessita di canna fumaria perché la combustione del bioetanolo non produce sostanze tossiche, né odori, né fumi che devono essere portati fuori attraverso la canna fumaria.

6) IL CAMINETTO A BIOETANOLO È INDIPENDENTE?

Si.

Non necessita di collegamenti fissi né per l’alimentazione, né per lo scarico non avendo canna fumaria.

7) COME SI PULISCE UN BIOCAMINETTO?

I biocaminetti non hanno bisogno di pulizia da cenere, fuliggine, ecc.

Si puliscono semplicemente con panno inumidito e NON necessitano di manutenzione non essendo dotati di valvole, ventole o altre parti in movimento che possono usurarsi nel tempo.