camini a legna

L’Inghilterra vieta le stufe ed i camini a legna

fiamma carboneÈ di pochi giorni fa la notizia (riportata dal The Guardian) che dal 2021 l’Inghilterra vieterà l’utilizzo dei camini a legna e carbone, così come le corrispettive stufe. Anche la vendita stessa di combustibili inquinanti verrà limitata dal febbraio del prossimo anno, in ottica di eliminarla per il 2023.

La decisione deriva dagli alti indicatori che rivelano come l’inquinamento prodotto da questi materiali sia altissimo, risultando come fonte maggiore di PM2,5. Come dichiarato dal Dipartimento per l’ambiente inglese, si tratta di tre volte tanto quello prodotto dal trasporto stradale.

Il primo passo verso il cambiamento

Provvedimenti di questo tipo stanno iniziando a verificarsi un po’ in tutto il mondo. I risultati che offrono infatti hanno un effetto immediato ed influiscono positivamente anche nel lungo periodo.

ecologiaNegli ultimi due anni anche in Italia ci sono state limitazioni per migliorare la situazione dell’inquinamento dell’aria. Nello specifico, oltre ai famosi blocchi del traffico per svariate tipologie di veicoli, sono state attuate anche misure sul riscaldamento.

In particolare fu vietata la combustione di biomasse all’aperto ed il divieto di utilizzo di camini a legna, a meno che non fossero il sistema principale di riscaldamento. Anche i termosifoni hanno subito limiti di temperatura e di orario.

Un danno alla salute

Le sostanze rilasciate da queste combustioni inquinano l’aria domestica, creando concentrazioni in luoghi dove trascorriamo molto tempo.

Il particolato sottile (PM10 e PM2.5) nello specifico può penetrare in profondità nei polmoni e nel sangue e causare gravi problemi di salute. Al mondo è infatti la prima causa di morte nei Paesi sviluppati.

camino ecologico bioetanolo fuecoparedLe misure sopra citate hanno perciò come obiettivo il passaggio a fonti più pulite e meno inquinanti, o al riscaldamento a gas o elettrico.

Per risolvere il problema, Fuecopared propone il suo camino a bioetanolo, l’unico che riscalda davvero e non inquina, in quanto utilizza un prodotto rinnovabile e di origine vegetale. È inoltre completamente sicuro, con la fiamma regolabile e controllata, a differenza delle stufe a bioetanolo, assolutamente da evitare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *